29 Gennaio 2022
percorso: Home

Comunicati della segreteria


Democrazia Atea ha come obiettivo prioritario difendere e attuare il principio di laicità.
La linea politica da sempre adottata, si è caratterizzata nel contrasto alla politica clericale, responsabile del degrado di stampo patriarcale della società italiana.
Per DA l’azione politica deve mantenere sempre equidistanza dello Stato rispetto a ogni religione, e questa condizione si può raggiungere soltanto riuscendo ad affermare uno Stato ateo nel quale nessuna dottrina ideologica può essere adottata come riferimento legislativo, nessuna può prevalere sulle altre dottrine religiose e politiche.
DA rifiuta ogni collaborazione con personaggi e partiti politici che adottino soluzioni di favore e di agevolazione economica verso le organizzazioni religiose, con particolare riferimento a quella cattolica, che più di altre influenza e condiziona il potere legislativo.
DA ritiene che il clericalismo in politica non rimanga confinato alla sola sfera economica, ma favorendo i profitti del potere temporale della CCAR, influenza i partiti sottomessi alla sua dottrina medievale ed impedisce il progresso legislativo nel campo dei diritti umani, e in particolare nell'autodeterminazione della donna.
Per DA è pertanto fondamentale ribadire che la politica, intesa come azione protesa all’affermazione degli obiettivi, non può essere scissa dalla politica intesa come identità rispetto ai principi di riferimento, come il principio di laicità.
Ne discende che i partiti politici che non comprendono la gravità della commistione tra la sfera pubblica e quella privata, i partiti che ritengono che il capo di una monarchia teocratica possa costituire riferimento etico per una politica progressista, i partiti che hanno contribuito allo smantellamento della sanità pubblica a favore di una sanità cattolica privata, i partiti responsabili dello smantellamento della scuola pubblica e che non si oppongono al finanziamento della scuola privata religiosa, i partiti che trovano normale finanziare organizzazioni religiose affinché si sostituiscano allo Stato nelle politiche di welfare, questi partiti non potranno mai vedere un esponente di Democrazia Atea alleato in coalizioni elettorali.



Il tuo 5x1000 a Laicitalia
[]
Democrazia Atea invita tutti i militanti, iscritti e simpatizzanti a sostenere questa associazione che lotta per la tutela dei diritti umani e costituzionali.

14 maggio 2021 - Presidio davanti la regione Lazio
Venezia 9 maggio 2021 - intervento di Ciro Verrati
Carla Corsetti interviene sul diritto di salpingectomia
Riconquistiamo il diritto alla salute
[]
Promuovono: Democrazia Atea, Fronte Popolare, La Città Futura, Partito Comunista dei Lavoratori, Partito Comunista Italiano, Partito della Rifondazione Comunista, Partito Marxista-Leninista Italiano, Potere al Popolo, Sinistra Anticapitalista.
La stampa polacca parla di Democrazia Atea
[]
La stampa polacca intervista Carla Corsetti.


Radio Radicale
Gli interventi di Carla Corsetti a Radio Radicale
Documenti
03-03-2019 - 15,89 KB - Sbattezzo
[icona per stampare]] [facebook] [Twitter]
03-03-2019 - 88,69 KB - Onu
[icona per stampare]] [facebook] [Twitter]
04-06-2019 - 1,38 MB - Programma
[icona per stampare]] [facebook] [Twitter]
12-07-2020 - 214,70 KB - Sanità
[icona per stampare]] [facebook] [Twitter]
Campagna informativa
[]
Left
[]
Gli articoli di Carla Corsetti pubblicati su Left

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
 (testo completo) obbligatorio

cookie