07 Aprile 2020
Articoli

Passo indietro

23-02-2020 16:28 - Carla Corsetti
C'è una oggettiva difficoltà a mettere in relazione la Costituzione e la sua demolizione con il coronavirus.
Eppure un legame c'è.
Quando fu modificato il Titolo V della Costituzione, il Presidente del Consiglio era Giuliano Amato del PD.
Cercarono di giocare d'anticipo sul secessionismo minacciato dalla Lega e trasferirono alle regioni maggiori competenze, soprattutto sulla sanità.
Le politiche sanitarie diventarono il nuovo business, e alle regioni è bastato un attimo per affidarle al clero cattolico e privatizzarle.
La privatizzazione è stato il faro guida di tutte le regioni, con capofila la Lombardia, da sempre in mano alla Lega.
Ora che il coronavirus ha iniziato la sua fase espansiva in Italia, la regione maggiormente interessata è proprio la Lombardia e poiché da quelle parti, oltre agli affari sulla spalle di chi ha bisogno di cure, nella sanità non sanno fare altro, non sono stati minimamente capaci di politiche sanitarie.
Ora il Ministro Speranza, incapace anch'egli di prevenire, preso atto delle incompetenze, ha nominato un Commissario per chiudere la stalla dopo la fuga dei buoi.
Di fatto la Regione Lombardia è commissariata per l'incapacità di gestire una emergenza sanitaria.
La riforma del Titolo V della Costituzione fu solo l'anticipo della disgregazione, e rispetto al progetto di autonomia differenziata, in combinato disposto con la riduzione dei parlamentari, non avremo più nessuna sanità.
E' la prima seria epidemia da decenni e con la sanità affidata alle regioni è di tutta evidenza che è sfuggita di mano.
Se nemmeno il coronavirus sarà in grado di indurre questi cialtroni a fare un passo indietro sulla autonomia differenziata, e se al referendum per fermare lo scempio non si voterà NO, sarà legittimo desiderare di prendere la residenza a Wuhan, almeno avremo la soddisfazione di vedere come si costruisce un ospedale in sei giorni.

Comunicato della segreteria - 08/01/2020

[]
Democrazia Atea condanna tutti gli atti di guerra e in questo frangente esprime la propria condanna alla posizione suicida e subalterna del Governo italiano agli USA. Chiediamo l'uscita dalla NATO e l'immediato ritiro delle truppe italiane non solo dall'Iraq ma da tutti i Paesi del Medio Oriente.

Comunicato della segreteria

[]
Democrazia Atea ha come obiettivo prioritario difendere e attuare il principio di laicità.
La linea politica da sempre adottata, si è caratterizzata e indirizzata in direzione del contrasto alla politica clericale, responsabile del degrado umano nella società italiana.

Iscriviti a DA

[]
Aderisci al progetto di Democrazia Atea e partecipa alle nostre iniziative.

Il testimone

[]
Gli auguri di buon compleanno e un appuntamento a rivederci a fine mese, questa la nostra ultima conversazione.

Regala un libro

[]
I libri di Carla Corsetti
I diritti d’autore sono devoluti a Democrazia Atea.
Puoi ordinarli on line senza spese di spedizione oppure nelle librerie.

194

[]
"Caro ragazzo, per affermare che l'aborto è un omicidio significa che aderisci a quella teoria fondamentalista che ritiene che la vita si formi sin dal concepimento."

Petizioni

[]
Le petizioni hanno la funzione di sensibilizzare l’opinione pubblica su tematiche che, il più delle volte, non agganciano il consenso elettorale ma che inducono alla riflessione e aumentano il senso critico degli individui.

Documenti

03-03-2019 - 16,58 KB - Sbattezzo
[stampa]] [facebook] [Twitter]
03-03-2019 - 88,69 KB - Onu
[stampa]] [facebook] [Twitter]
04-06-2019 - 1,38 MB - Programma
[stampa]] [facebook] [Twitter]

Campagna informativa

[]

Left

[]
Gli articoli di Carla Corsetti pubblicati su Left

Realizzazione siti web www.sitoper.it