01 Febbraio 2023
Articoli
percorso: Home > Articoli > Redazione DA

LE CARCERI HANNO FUNZIONE RIEDUCATIVA E NON PUNITIVA

05-12-2022 20:35 - Redazione DA
E’ scontato che chi intravede un profitto nella gestione dei detenuti non avrà alcun interesse ad occuparsi della loro riabilitazione.
La soluzione del sovraffollamento, piuttosto, non coincide con provvedimenti di clemenza come l’amnistia o l’indulto, ma risiede nella totale abrogazione di norme liberticide e indegne di uno Stato di Diritto.
Stupri, pestaggi, ricatti, sporcizia, disturbi psichiatrici, sono le conseguenze di una colpevole disattenzione verso i detenuti che la privatizzazione non risolverà, posto che la finalità sarà quella del profitto.
La privatizzazione delle carceri, nei Paesi ove è già stata adottata, non ha risolto nemmeno l’auspicato risparmio da parte dello Stato e anzi i costi di una criminalità non rieducata, sono addirittura aumentati.
Sarebbe stato più logico procedere con una estesa depenalizzazione riferita al maggior numero di reati minori per i quali la forza deterrente risiede più nel comminare una sanzione pecuniaria che non detentiva.
Con la privatizzazione della gestione delle carceri lo Stato si vuole spogliare della funzione principale della detenzione che è quella della rieducazione e del reinserimento sociale, a vantaggio del profitto.
Intanto nell’immaginario collettivo si è alimentata la predominanza della funzione punitiva delle carceri, propria delle società tribali, a tutto svantaggio della finalità rieducativa che, in Italia, ha rango costituzionale.
Ma non è solo questo il punto dolente della questione carceraria.
Dall’inizio dell’anno si sono suicidati 58 detenuti nell’indifferenza generale.
L’assistenza ai detenuti è affidata ai cappellani penitenziari, una particolare categoria di preti che ha finanche un ruolo nella valutazione dei percorsi di affidamento dei detenuti a riti alternativi alla detenzione.
Costoro hanno un potere che travalica il ruolo che l’ordinamento penitenziario gli riconosce, e esercitano sui detenuti un potere morale che non è compatibile con uno stato di diritto.
L’articolo 27 della Costituzione così recita: “Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato”.
Orbene, la rieducazione non può consistere nella affiliazione forzata ad una religione attraverso la cappellania cattolica.
calculon1 20-12-2022
Se le carceri sono affollate, servono più posti
Va bene la funzione rieducativa, ma non svilirei la funzione punitiva. Già le pene nel nostro paese sono lievi e spesso scontate in parte, non mi sembra il caso di lanciare campagne di liberazioni generalizzate. Le vittime devono potersi sentire al sicuro, anche se per poco tempo e sapere che chi denuncia non lo fa invano.
Certamente la detenzione deve avvenire in condizioni decorose e questo è il problema, se qualcuno vuole spendere per aumentare i posti e rimodernare le strutture, assumerre e pagare bene il personale. Non saprei dire se l'ingresso dei privati porterebbe miglioramenti, ma varrebbe la "pena" di fare qualche tentativo o sperimentazione.
visibility
generic image refresh

Nickname




Il tuo 5x1000 a Laicitalia
[]
Democrazia Atea invita tutti i militanti, iscritti e simpatizzanti a sostenere questa associazione che lotta per la tutela dei diritti umani e costituzionali.

14 maggio 2021 - Presidio davanti la regione Lazio
Venezia 9 maggio 2021 - intervento di Ciro Verrati
Carla Corsetti interviene sul diritto di salpingectomia
Riconquistiamo il diritto alla salute
[]
Promuovono: Democrazia Atea, Fronte Popolare, La Città Futura, Partito Comunista dei Lavoratori, Partito Comunista Italiano, Partito della Rifondazione Comunista, Partito Marxista-Leninista Italiano, Potere al Popolo, Sinistra Anticapitalista.
La stampa polacca parla di Democrazia Atea
[]
La stampa polacca intervista Carla Corsetti.


Radio Radicale
Gli interventi di Carla Corsetti a Radio Radicale
Campagna informativa
[]
Left
[]
Gli articoli di Carla Corsetti pubblicati su Left

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
(Testo completo) obbligatorio
generic image refresh


cookie