01 Febbraio 2023
Articoli
percorso: Home > Articoli > Redazione DA

UN METRO DUE MISURE

27-11-2022 22:15 - Redazione DA
Don Spagnesi i soldi dello Stato a lui erogati per la gestione dei migranti, li utilizzava organizzando lo spaccio internazionale di stupefacenti, e i migranti africani li coinvolgeva anche in orge durante le quali usava la droga dello stupro.
Don Zanotti i soldi dello Stato a lui erogati per la gestione dei migranti li usava in attività imprenditoriali che la Procura ha qualificato come riciclaggio, associazione a delinquere, sfruttamento del lavoro nero; i soldi ovviamente finivano nelle sue tasche; non si faceva mancare rapporti sessuali con minori migranti che “pagava” con i soldi pubblici.
Don Scordio i soldi dello Stato a lui erogati per la gestione dei migranti li usava per acquistare case, macchine e barche e la Procura gliele ha sequestrate.
Don Visconti i soldi dello Stato a lui erogati per la gestione dei migranti li rendicontava gonfiandoli come mongolfiere perché tanto, secondo lui, non se ne sarebbe accorto nessuno, e lo sfruttamento del lavoro nero, l’associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata, insieme alla turbativa d’asta, sono stati messi tutti nel medagliere della sua tonaca.
Don Federico, finito in un’inchiesta per truffa sulla gestione dei migranti, ha negato e ha ricevuto unanime solidarietà dal mondo chiesastico, ovviamente.
Don Larizza, che dichiarava di odiare i migranti e celebrava messa per Mussolini, quando ha capito che ci avrebbe guadagnato, si è aggiudicato un appalto per gestirli accaparrandosi un milione e duecentomila euro.
Un prete di Grosseto era riuscito ad aggiudicarsi indebitamente appalti per accogliere e gestire migranti, facendo sparire seicentomila euro fingendo di accoglierli, ma la Procura se ne è accorta.
Don Bazzoni invece con i soldi dello Stato a lui erogati per accogliere i migranti, ha comprato due case e un negozio, e la Procura ha qualificato questi investimenti come appropriazione indebita.
L’elenco dei preti che la Magistratura ha attenzionato è ancora più lungo, e chissà quanti sono i preti non ancora scoperti.
Una delle pillole di verità emerse nel processo “Mafia Capitale”, l’ha pronunciata Buzzi, il braccio destro di Carminati, quando ha detto “Con gli immigrati si fanno molti più soldi che con la droga”.
La Chiesa cattolica ha fiutato l’affare per prima e la gestione dei soldi affidata da Salvini alle Prefetture, ha chiuso il cerchio.
Una telefonata del Vescovo sblocca i fondi alle organizzazioni cattoliche mentre le organizzazioni civili restano in attesa dei finanziamenti per anni, e questo rende le organizzazioni cattoliche più performanti nell’imprenditoria della gestione dei migranti.
Le maglie larghe di una gestione “discrezionale” si sono trasformate in truffe permanenti.
La moglie di Soumahoro ha fatto quello che centinaia di preti fanno ormai da anni in regime di monopolio.
Nessuna giustificazione per nessuno, ma è curioso che di lei si continuerà a parlare negli anni a venire, come è giusto che sia, mentre le decine e decine di truffe di matrice religiosa messe in atto dai preti cattolici sono state già “perdonate” dall’opinione pubblica.
E questa rimozione è inqualificabile. Mostra meno

calculon1 20-12-2022
Interessante interpretazione
Che l'accoglientismo fosse un'industria, si sapeva. il deputato e i suoi cari sono stati beccati con le mani nel sacco, il parlamentere parrebbe essere estraneo, per chi ci crede, al momento.
E' verosimile che l'accoglientismo cattolico sia un si giovi di meccanismi e protezioni più oliati e più esperti e che si facciano beccare più raramente.
visibility
generic image refresh

Nickname




Il tuo 5x1000 a Laicitalia
[]
Democrazia Atea invita tutti i militanti, iscritti e simpatizzanti a sostenere questa associazione che lotta per la tutela dei diritti umani e costituzionali.

14 maggio 2021 - Presidio davanti la regione Lazio
Venezia 9 maggio 2021 - intervento di Ciro Verrati
Carla Corsetti interviene sul diritto di salpingectomia
Riconquistiamo il diritto alla salute
[]
Promuovono: Democrazia Atea, Fronte Popolare, La Città Futura, Partito Comunista dei Lavoratori, Partito Comunista Italiano, Partito della Rifondazione Comunista, Partito Marxista-Leninista Italiano, Potere al Popolo, Sinistra Anticapitalista.
La stampa polacca parla di Democrazia Atea
[]
La stampa polacca intervista Carla Corsetti.


Radio Radicale
Gli interventi di Carla Corsetti a Radio Radicale
Campagna informativa
[]
Left
[]
Gli articoli di Carla Corsetti pubblicati su Left

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
(Testo completo) obbligatorio
generic image refresh


cookie