26 Gennaio 2022
Articoli

COMUNISTI ALLA PILLON

09-06-2021 22:13 - Giovanna Baracchi
Candidature, liste di partito, hanno preso il via le campagne elettorali, da nord a sud.
Normale far già appelli a voti, è il ritorno alla partecipazione di un Paese dormiente da quasi due anni.
Dovrebbero esser posizionati a sinistra tutti coloro che si definiscono progressisti, in definitiva la solita “micronesia” partitica a cui si è abituati.
E invece si assiste allo spettacolo offerto da formazioni che non solo riprendono principi vecchi e obsoleti, ma fanno proprio il pensiero conservatore e anacronistico che non vorremmo più rivedere.
Il patriarcato si veste, a sinistra, della fantomatica “questione maschile” attraverso le politiche del radicalismo di sinistra.
Si assiste ad un attacco frontale al femminismo, all'accettazione della altrui diversità, alla negazione della identità di genere.
Non bastano le violenze subite dalle donne per mano degli uomini, ora si apre anche il capitolo della loro negazione da parte di coloro che dicono di essere comunisti.
La violenza ha tanti aspetti, compresa quella di una narrazione che vuole negarla.
Con stupefacente superficialità si parla di genere sessuale con disprezzo, riconducendolo allo smalto per le unghie, si ritengono legittime le pratiche discriminatorie nello sberleffo di una femminilità che non si subordina al maschio, ritendo una invenzione l'uccisione di donne quale risultante della cultura patriarcale, e magari elevando ad onore eroico solamente la morte dei maschi.
Non c'è contrapposizione tra diritti civili e diritti sociali, e chi pensa che i primi non siano “tutelabili” perché sono “borghesi” e ritiene di dover tutelare solamente i secondi, ebbene, dovrebbe rivedere la propria collocazione politica.
A meno che non si ritenga di voler occupare il posto della destra sociale, anch'essa protesa alla difesa dei diritti sociali ma nella negazione progressista ed emancipatoria della difesa dei diritti civili.
Alla fine sulla scheda elettorale troveremo anche i comunisti alla Pillon.
Il tuo 5x1000 a Laicitalia
[]
Democrazia Atea invita tutti i militanti, iscritti e simpatizzanti a sostenere questa associazione che lotta per la tutela dei diritti umani e costituzionali.

14 maggio 2021 - Presidio davanti la regione Lazio
Venezia 9 maggio 2021 - intervento di Ciro Verrati
Carla Corsetti interviene sul diritto di salpingectomia
Riconquistiamo il diritto alla salute
[]
Promuovono: Democrazia Atea, Fronte Popolare, La Città Futura, Partito Comunista dei Lavoratori, Partito Comunista Italiano, Partito della Rifondazione Comunista, Partito Marxista-Leninista Italiano, Potere al Popolo, Sinistra Anticapitalista.
La stampa polacca parla di Democrazia Atea
[]
La stampa polacca intervista Carla Corsetti.


Radio Radicale
Gli interventi di Carla Corsetti a Radio Radicale
Documenti
03-03-2019 - 15,89 KB - Sbattezzo
[icona per stampare]] [facebook] [Twitter]
03-03-2019 - 88,69 KB - Onu
[icona per stampare]] [facebook] [Twitter]
04-06-2019 - 1,38 MB - Programma
[icona per stampare]] [facebook] [Twitter]
12-07-2020 - 214,70 KB - Sanità
[icona per stampare]] [facebook] [Twitter]
Campagna informativa
[]
Left
[]
Gli articoli di Carla Corsetti pubblicati su Left

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
 (testo completo) obbligatorio

cookie