11 Dicembre 2019

Articoli
percorso: Home > Articoli > Redazione DA

Una bellissima pagina

06-04-2019 15:09 - Redazione DA

A Verona è stata scritta una bellissima pagina del femminismo internazionale.
Centocinquantamila femministe e femministi, con passione rivoluzionaria protesa a ricordare il valore dell’uguaglianza contro il patriarcato, hanno attraversato in corteo la città.
Hanno confermato la condizione bipolare della società italiana, divisa tra progressismo, cultura dei diritti umani, emancipazione, anticapitalismo e antifascismo da una parte, e conservatorismo violento e fascista dall’altra.
Non è sfuggita la capacità comunicativa degli oppressori, radunati nel tredicesimo congresso dell’orrore, i quali si sono appropriati dei linguaggi del femminismo storico e, con una subdola operazione linguistica, ne hanno riproposto i significanti per neutralizzare i significati, attribuendo loro nuove e opposte valenze.
Verona è stata anche una mirabile tappa di internazionalismo, con delegazioni da molti Paesi.
La narrazione è corsa veloce e simile per tutte: l’oppressione delle società capitalistiche ha una identica matrice patriarcale che per sopravvivere a sé stessa, nega alle donne autodeterminazione e uguaglianza.
Le delegazioni della Croazia, della Polonia, della Francia, della Svizzera, della Bielorussia, della Spagna, dell’Argentina, del Principato di Andorra, dell’Olanda, hanno confermato come l’oppressione delle donne trova nella Chiesa cattolica e nelle sue gerarchie, la maggiore responsabilità nella negazione dei diritti femminili, in ogni latitudine.
La delegazione delle donne curde ha evidenziato come Erdogan usi anche l’islam per opprimere e reprimere.
Ovunque le religioni abramitiche si confermano come lo strumento politico di oppressione dei popoli.
Ovunque il patriarcato si alimenta della religiosità per mantenere il potere.
Ovunque sarà possibile una vittoria anticapitalista contro il patriarcato, semplicemente confinando e neutralizzando il potere religioso dei monoteismi misogini.
Carla Corsetti
Segretario nazionale di Democrazia Atea
Componente del Coordinamento nazionale di Potere al Popolo
Assemblea Nazionale della Sinistra d'Opposizione - Carla Corsetti

Michela Murgia elogia Carla Corsetti

Radio Radicale - Michela Murgia
La scrittrice e saggista commentando l'articolo pubblicato su Left, in merito agli infermieri parrocchiali, condivide i dubbi di Carla Corsetti sulle reali finalità.

Iscriviti a DA

[]
Aderisci al progetto di Democrazia Atea e partecipa alle nostre iniziative.

Comunicato della segreteria

[]
Democrazia Atea ha come obiettivo prioritario difendere e attuare il principio di laicità.
La linea politica da sempre adottata, si è caratterizzata e indirizzata in direzione del contrasto alla politica clericale, responsabile del degrado umano nella società italiana.

Il testimone

[]
Gli auguri di buon compleanno e un appuntamento a rivederci a fine mese, questa la nostra ultima conversazione.

Regala un libro

[]
I libri di Carla Corsetti
I diritti d’autore sono devoluti a Democrazia Atea.
Puoi ordinarli on line senza spese di spedizione oppure nelle librerie.

194

[]
"Caro ragazzo, per affermare che l'aborto è un omicidio significa che aderisci a quella teoria fondamentalista che ritiene che la vita si formi sin dal concepimento."

Petizioni

[]
Le petizioni hanno la funzione di sensibilizzare l’opinione pubblica su tematiche che, il più delle volte, non agganciano il consenso elettorale ma che inducono alla riflessione e aumentano il senso critico degli individui.

Documenti

03-03-2019 - 16,58 KB - Sbattezzo
[stampa]] [facebook] [Twitter]
03-03-2019 - 88,69 KB - Onu
[stampa]] [facebook] [Twitter]
04-06-2019 - 1,38 MB - Programma
[stampa]] [facebook] [Twitter]

Campagna informativa

[]

Left

[]
Gli articoli di Carla Corsetti pubblicati su Left

Realizzazione siti web www.sitoper.it