31 Ottobre 2020
Articoli
percorso: Home > Articoli > Redazione DA

MAI PIÙ CON LORO!

05-07-2020 14:20 - Redazione DA
Io credo che bisogna spiegare le cose senza filtri: c'è un partito che si definisce di "sinistra", Sinistra Italiana, ex Sel, che è entrato al governo con il centrosin e con il M5S dentro il cavallo di Troia LeU, sigla di un'accozzaglia costruita ad hoc per distruggere il progetto del Brancaccio e l'ultimo, peraltro insano, tentativo di unificare le diverse anime della sinistra. LeU ha votato con il PD e la Lega a favore dei fondi (300mln di euro) alle scuole paritarie. L'etichetta SCUOLE PARITARIE è stata inventata, sempre in area centrosinistra, per superare l'ostacolo costituzionale al finanziamento pubblico delle scuole private e garantirsi l'appoggio del Vaticano che possiede la maggior parte delle scuole private sul territorio nazionale. Il voto favorevole del PD non mi stupisce affatto. Mi sarei stupita del contrario. Il voto favorevole di LeU, quindi anche di Sinistra Italiana, mi indigna e disgusta. Ricordo che tale voto avviene in un periodo di emergenza nazionale (siamo in stato di emergenza fino al 31 luglio), durante una pandemia mondiale che ha portato alla luce tutte le carenze gravissime della scuola italiana e che vede la SCUOLA PUBBLICA italiana in grave difficoltà di fronte alla necessità irrinunciabile di una riapertura in presenza. Ci sono scuole pubbliche al sud Italia (vi ho insegnato e parlo con cognizione di causa) che sono carenti di ogni cosa. Manca tutto, manca la connessione, mancano le aule laboratorio, mancano le fognature, manca la carta igienica, mancano i banchi, manca il gesso per scrivere sulle lavagne, manca ogni traccia di computer, mancano le palestre, mancano gli impianti elettrici a norma e gli infissi che garantiscano il giusto mantenimento della temperatura adeguata in inverno per cui abbiamo trascorso giornate a lavorare, docenti, alunni e alunne,con cappotto e guanti. In queste condizioni, in questa fase storica, finanziare con fondi pubblici le scuole private (paritarie lo dicano ai fessi che ci credono) è un atto politico gravissimo che colloca i soggetti che hanno votato a favore al livello più infimo della graduatoria dei peggiori pollici italiani. Non sono di destra, men che meno leghista, ma siamo sempre pronte e pronti a scagliarci contro le destre quando il voto della cosiddetta sinistra finto alternativa non puzza solo di ipocrisia, puzza soprattutto di tradimento dei valori e dei principi su cui si è scritta la storia della sinistra in Italia. Sono imperdonabili e lo sanno tant'è che su nessuna bacheca delle persone di sinistra italiana che conosco (per fortuna poche) leggo post con riferimento a un voto che deve segnare uno strappo definitivo e irrecuperabile. Sul blog del segretario Fratoianni non leggo prese di distanza da questo voto ma un banalissimo intervento sulla Dad (che ne capirà mai?) In cui, guarda caso, non parla mai di SCUOLA PUBBLICA. Parla sempre e solo di scuola. Per il peso che attribuisco alle politiche a favore della scuola pubblica, per il valore politico e sociale che attribuisco alla scuola pubblica, per il senso che attribuisco alla parola DEMOCRAZIA non posso rimanere indifferente a questo voto in questo momento, non posso passare sopra a questo scempio di democrazia, non posso non dire a voce altissima MAI PIÙ CON LORO!
Antonia Romano
Demoatea di Trento e coordinatrice nazionale di Potere al Popolo
La stampa polacca parla di Democrazia Atea
8 x mille all'edilizia scolastica
[]
Democrazia Atea e Laicitalia sostengono il proprio impegno per una scuola pubblica e laica e si fanno promotori di questa campagna aperta alle adesioni di chi vuole eliminare le forme di confessionalismo dalla scuola e dal Paese. Firmiamo il nostro 8x1000 allo Stato.
Comunicato della segreteria - 11.06.2020
[]
#IOPRETENDO

Il diritto alla salute è un diritto umano fondamentale, è il diritto di ogni persona a godere delle migliori condizioni di salute fisica e mentale. Nella Costituzione...


Comunicato della segreteria - 08/01/2020
[]
Democrazia Atea condanna tutti gli atti di guerra e in questo frangente esprime la propria condanna alla posizione suicida e subalterna del Governo italiano agli USA. Chiediamo l'uscita dalla NATO e l'immediato ritiro delle truppe italiane non solo dall'Iraq ma da tutti i Paesi del Medio Oriente.
Comunicato della segreteria
[]
Democrazia Atea ha come obiettivo prioritario difendere e attuare il principio di laicità.
La linea politica da sempre adottata, si è caratterizzata e indirizzata in direzione del contrasto alla politica clericale, responsabile del degrado umano nella società italiana.
Iscriviti a DA
[]
Aderisci al progetto di Democrazia Atea e partecipa alle nostre iniziative.
Il testimone
[]
Gli auguri di buon compleanno e un appuntamento a rivederci a fine mese, questa la nostra ultima conversazione.
Regala un libro
[]
I libri di Carla Corsetti
I diritti d’autore sono devoluti a Democrazia Atea.
Puoi ordinarli on line senza spese di spedizione oppure nelle librerie.
194
[]
"Caro ragazzo, per affermare che l'aborto è un omicidio significa che aderisci a quella teoria fondamentalista che ritiene che la vita si formi sin dal concepimento."
Petizioni
[]
Le petizioni hanno la funzione di sensibilizzare l’opinione pubblica su tematiche che, il più delle volte, non agganciano il consenso elettorale ma che inducono alla riflessione e aumentano il senso critico degli individui.
Documenti
03-03-2019 - 16,58 KB - Sbattezzo
[stampa]] [facebook] [Twitter]
03-03-2019 - 88,69 KB - Onu
[stampa]] [facebook] [Twitter]
04-06-2019 - 1,38 MB - Programma
[stampa]] [facebook] [Twitter]
12-07-2020 - 214,70 KB - Sanità
[stampa]] [facebook] [Twitter]
Campagna informativa
[]
Left
[]
Gli articoli di Carla Corsetti pubblicati su Left

Realizzazione siti web www.sitoper.it