11 Dicembre 2019

Articoli

Il prossimo passo

26-09-2019 18:59 - Carla Corsetti
Il diritto di autodeterminazione è un diritto fondamentale della persona che deve poter decidere come vivere, ma anche come morire.

I Padri e le Madri Costituenti, nel sancire con l’art. 32 della Costituzione la tutela della salute come ”diritto fondamentale dell’individuo e interesse della collettività” hanno voluto evidenziare l’importanza di non violare, in nessun caso, i limiti imposti dal rispetto della persona umana la cui dignità deve essere tutelata in ogni contesto.

In questa interpretazione si inserisce ad esempio, il rifiuto del paziente di prolungare le cure mediche, lasciando che la malattia prosegua nel suo decorso naturale.

Le morali religiose non possono inibire, ad esempio, la ricerca scientifica, che va interpretata come patrimonio dell’umanità costituendo parametro ineguagliabile per il superamento della patologie umane e per il miglioramento della qualità della vita.

Le ragioni etiche che impediscono ai religiosi di valutare positivamente qualsivoglia manifestazione di autodeterminazione, hanno trovato finalmente un argine con la sentenza della Corte costituzionale che ritiene non punibile chi, come Marco Cappato, ha accompagnato una persona senziente a porre fine alla propria esistenza di fronte alla stadio irreversibile della sua patologia.
Il tentativo del presidente della CEI, Bassetti, di bloccare la pronuncia della Corte Costituzionale attraverso la Presidente del Senato Casellari, è fallito miseramente, ma consente, tuttavia, di misurare lo spessore dell'ingerenza a cui costoro non intendono rinunciare.
Il prossimo passo sarà quello di inibire l'accesso alla professione medica alle persone che non riescono a superare i limiti delle proprie convinzioni personali, negando assistenza a chi vuole affermare i propri diritti.
Il prossimo passo, in definitiva, dovrà essere quello della abrogazione della obiezione di coscienza, frutto avvelenato di un compromesso teocratico.

Assemblea Nazionale della Sinistra d'Opposizione - Carla Corsetti

Michela Murgia elogia Carla Corsetti

Radio Radicale - Michela Murgia
La scrittrice e saggista commentando l'articolo pubblicato su Left, in merito agli infermieri parrocchiali, condivide i dubbi di Carla Corsetti sulle reali finalità.

Iscriviti a DA

[]
Aderisci al progetto di Democrazia Atea e partecipa alle nostre iniziative.

Comunicato della segreteria

[]
Democrazia Atea ha come obiettivo prioritario difendere e attuare il principio di laicità.
La linea politica da sempre adottata, si è caratterizzata e indirizzata in direzione del contrasto alla politica clericale, responsabile del degrado umano nella società italiana.

Il testimone

[]
Gli auguri di buon compleanno e un appuntamento a rivederci a fine mese, questa la nostra ultima conversazione.

Regala un libro

[]
I libri di Carla Corsetti
I diritti d’autore sono devoluti a Democrazia Atea.
Puoi ordinarli on line senza spese di spedizione oppure nelle librerie.

194

[]
"Caro ragazzo, per affermare che l'aborto è un omicidio significa che aderisci a quella teoria fondamentalista che ritiene che la vita si formi sin dal concepimento."

Petizioni

[]
Le petizioni hanno la funzione di sensibilizzare l’opinione pubblica su tematiche che, il più delle volte, non agganciano il consenso elettorale ma che inducono alla riflessione e aumentano il senso critico degli individui.

Documenti

03-03-2019 - 16,58 KB - Sbattezzo
[stampa]] [facebook] [Twitter]
03-03-2019 - 88,69 KB - Onu
[stampa]] [facebook] [Twitter]
04-06-2019 - 1,38 MB - Programma
[stampa]] [facebook] [Twitter]

Campagna informativa

[]

Left

[]
Gli articoli di Carla Corsetti pubblicati su Left

Realizzazione siti web www.sitoper.it