11 Dicembre 2019

Articoli

Braccio violento

02-10-2019 07:19 - Carla Corsetti
L'episodio che vede il ferimento di Fassina, deputato della Repubblica Italiana, segna un passo grave dello stato di impunità della polizia.
Ai parlamentari italiani, nella nostra Costituzione, sono attribuite prerogative esattamente definite dall'ordinamento in virtù del fatto che ogni singolo parlamentare non rappresenta la propria persona ma rappresenta la Nazione.
La presenza di un Parlamentare in una libera manifestazione, nel nostro ordinamento dovrebbe far supporre una garanzia di maggior tutela dei manifestanti sui quali si estende, o dovrebbe estendersi, la stessa condizione di tutela del parlamentare.
La polizia in questo caso non ha solamente aggredito la persona Fassina, ma ha aggredito un Deputato della Repubblica italiana.
La responsabilità politica è anche della Raggi e della sua Giunta, anche se non esiste ancora un sillabario idoneo per spiegarglielo.
Nell'esprimere solidarietà al Deputato Fassina, auspico che questo episodio costituisca una premessa di riflessione per indurre il Governo ad abrogare i decreti insicurezza di recente approvazione.
Sarebbe un primo passo per avviare alla rieducazione e alla civiltà la polizia di stato.
E' necessario e urgente intervenire affinché si interrompa l'escalation della polizia italiana sempre più protesa ad emulare le peggiori nefandezze della polizia sudamericana.
E siccome la polizia è sempre stata il braccio violento dell'esecutivo, il Governo in carica ancora non ha dimostrato di essere differente dal precedente.
Vediamo se, oltre a tre frasette di circostanza, dopo un simile episodio dimostreranno di voler tutelare non solo i Deputati della Repubblica italiana, ma anche tutti coloro che ogni giorno manifestano, con o senza la presenza di un parlamentare.


Assemblea Nazionale della Sinistra d'Opposizione - Carla Corsetti

Michela Murgia elogia Carla Corsetti

Radio Radicale - Michela Murgia
La scrittrice e saggista commentando l'articolo pubblicato su Left, in merito agli infermieri parrocchiali, condivide i dubbi di Carla Corsetti sulle reali finalità.

Iscriviti a DA

[]
Aderisci al progetto di Democrazia Atea e partecipa alle nostre iniziative.

Comunicato della segreteria

[]
Democrazia Atea ha come obiettivo prioritario difendere e attuare il principio di laicità.
La linea politica da sempre adottata, si è caratterizzata e indirizzata in direzione del contrasto alla politica clericale, responsabile del degrado umano nella società italiana.

Il testimone

[]
Gli auguri di buon compleanno e un appuntamento a rivederci a fine mese, questa la nostra ultima conversazione.

Regala un libro

[]
I libri di Carla Corsetti
I diritti d’autore sono devoluti a Democrazia Atea.
Puoi ordinarli on line senza spese di spedizione oppure nelle librerie.

194

[]
"Caro ragazzo, per affermare che l'aborto è un omicidio significa che aderisci a quella teoria fondamentalista che ritiene che la vita si formi sin dal concepimento."

Petizioni

[]
Le petizioni hanno la funzione di sensibilizzare l’opinione pubblica su tematiche che, il più delle volte, non agganciano il consenso elettorale ma che inducono alla riflessione e aumentano il senso critico degli individui.

Documenti

03-03-2019 - 16,58 KB - Sbattezzo
[stampa]] [facebook] [Twitter]
03-03-2019 - 88,69 KB - Onu
[stampa]] [facebook] [Twitter]
04-06-2019 - 1,38 MB - Programma
[stampa]] [facebook] [Twitter]

Campagna informativa

[]

Left

[]
Gli articoli di Carla Corsetti pubblicati su Left

Realizzazione siti web www.sitoper.it