31 Ottobre 2020
Articoli

Colpevole

18-03-2020 09:02 - Carla Corsetti
Bertolaso, il prezzemolo delle calamità, è nuovamente riemerso con la pandemia.
Chiamato da Fontana, il Presidente della Regione Lombardia, a gestire l’emergenza sanitaria con la costruzione di un padiglione di terapia intensiva alla Fiera di Milano, oggi ha rilasciato una dichiarazione che conferma come certi sodalizi, intesi nel senso originario del termine, ovvero associazioni religiose, sono indissolubili, tanto più se fondati attorno al comune dio denaro.
Berlusconi ha regalato 10 milioni alla Regione Lombardia per contribuire alla costruzione dei posti di terapia intensiva e Bertolaso ha rilasciato una dichiarazione ammirata: “Silvio scende in campo e dimostra, ancora una volta, di amare la sua città e il suo Paese”.
Non si sono fatti attendere gli elogi scontati da parte degli esponenti di Forza Italia e della stampa di regime, ma anche delle persone comuni a cui, in un momento di così grave smarrimento, non si può pretendere memoria e lucidità.
I soldi hanno odore e quelli di Berlusconi puzzano, soprattutto in tema di sanità.
Berlusconi è artefice della distruzione del Servizio Sanitario Nazionale e in Lombardia lo ha distrutto più che altrove.
Uno dei luoghi simbolo della sanità milanese è il San Raffaele, costruito da un truffatore incallito, don Luigi Verzè, un pluripregiudicato in tonaca, con la copertura vaticana, che utilizzava metodi mafiosi e spudorate pratiche clientelari e corruttive.
E siccome i simili si attraggono, il San Raffaele fu costruito proprio dalla Edilnord di Berlusconi.
Don Verzè è l’incarnazione della distruzione della sanità pubblica lombarda e Berlusconi di quella nazionale oltre che lombarda, e le lodi di Bertolaso alla donazione per costruire in fretta un reparto di terapia intensiva, sono stomachevoli.
10 milioni di euro non cancellano il disastro che abbiamo sotto gli occhi, non cancellano quello che l’intera nazione sta vivendo per colpa della privatizzazione della sanità che ha avuto in Berlusconi il suo autore più colpevole da quando nel 2004 ha abolito il Fondo Sanitario Nazionale mettendo la nostra salute nelle mani degli speculatori.
10 milioni non bastano per porre rimedio ad una pandemia di cui Berlusconi non è certo responsabile, ma è di certo responsabile, con la complicità del PD e della Lega, della assenza di strutture ospedaliere con le quali avremmo potuto fronteggiare l’emergenza sanitaria senza distruggere interamente il nostro tessuto economico.
10 milioni non bastano per ripagarci dei danni irreparabili.
10 milioni non compreranno il nostro perdono.
La stampa polacca parla di Democrazia Atea
8 x mille all'edilizia scolastica
[]
Democrazia Atea e Laicitalia sostengono il proprio impegno per una scuola pubblica e laica e si fanno promotori di questa campagna aperta alle adesioni di chi vuole eliminare le forme di confessionalismo dalla scuola e dal Paese. Firmiamo il nostro 8x1000 allo Stato.
Comunicato della segreteria - 11.06.2020
[]
#IOPRETENDO

Il diritto alla salute è un diritto umano fondamentale, è il diritto di ogni persona a godere delle migliori condizioni di salute fisica e mentale. Nella Costituzione...


Comunicato della segreteria - 08/01/2020
[]
Democrazia Atea condanna tutti gli atti di guerra e in questo frangente esprime la propria condanna alla posizione suicida e subalterna del Governo italiano agli USA. Chiediamo l'uscita dalla NATO e l'immediato ritiro delle truppe italiane non solo dall'Iraq ma da tutti i Paesi del Medio Oriente.
Comunicato della segreteria
[]
Democrazia Atea ha come obiettivo prioritario difendere e attuare il principio di laicità.
La linea politica da sempre adottata, si è caratterizzata e indirizzata in direzione del contrasto alla politica clericale, responsabile del degrado umano nella società italiana.
Iscriviti a DA
[]
Aderisci al progetto di Democrazia Atea e partecipa alle nostre iniziative.
Il testimone
[]
Gli auguri di buon compleanno e un appuntamento a rivederci a fine mese, questa la nostra ultima conversazione.
Regala un libro
[]
I libri di Carla Corsetti
I diritti d’autore sono devoluti a Democrazia Atea.
Puoi ordinarli on line senza spese di spedizione oppure nelle librerie.
194
[]
"Caro ragazzo, per affermare che l'aborto è un omicidio significa che aderisci a quella teoria fondamentalista che ritiene che la vita si formi sin dal concepimento."
Petizioni
[]
Le petizioni hanno la funzione di sensibilizzare l’opinione pubblica su tematiche che, il più delle volte, non agganciano il consenso elettorale ma che inducono alla riflessione e aumentano il senso critico degli individui.
Documenti
03-03-2019 - 16,58 KB - Sbattezzo
[stampa]] [facebook] [Twitter]
03-03-2019 - 88,69 KB - Onu
[stampa]] [facebook] [Twitter]
04-06-2019 - 1,38 MB - Programma
[stampa]] [facebook] [Twitter]
12-07-2020 - 214,70 KB - Sanità
[stampa]] [facebook] [Twitter]
Campagna informativa
[]
Left
[]
Gli articoli di Carla Corsetti pubblicati su Left

Realizzazione siti web www.sitoper.it