20 Luglio 2024
person
area privata
visibility
Articoli

GUERRAFONDAI

18-06-2024 14:20 - Carla Corsetti
Il G7 è stata la passerella dei guerrafondai.
L'Italia esce da questo vertice rafforzata sul fronte della grettezza e della povertà oscurantista, perché il potere neofascista non si nutre di cultura democratica plurale, ma di repressione e negazione delle scelte individuali.
Aver negato una posizione unanime sull'aborto sicuro e legale e aver avuto una voce unanime sulla guerra, dà la cifra della volontà interventista dell'attuale governo.
Guerra e aborto sono due facce della stessa politica.
Negare diritti, reprimere il dissenso e controllare l'informazione è questa la strategia adottata, fino a quando gli italiani non saranno convinti che entrare nei conflitti in via diretta con i soldati italiani, non sia più una scelta ma una necessità.
E per sottomettere un popolo la strada è sempre la stessa, occorre prima sottomettere le donne negando le libertà sessuali e riproduttive.
Una volta sottomesse le donne, mandare gli uomini a morire in guerra diventa una passeggiata.
Meloni non esprime nulla di originale, limitare l'accesso all'aborto e mandare gli uomini a morire è la stessa politica di Putin, il suo omologo fascista dell'est.
Il tuo 5x1000 a Laicitalia
[]
Democrazia Atea invita tutti i militanti, iscritti e simpatizzanti a sostenere questa associazione che lotta per la tutela dei diritti umani e costituzionali.

14 maggio 2021 - Presidio davanti la regione Lazio
Venezia 9 maggio 2021 - intervento di Ciro Verrati
Carla Corsetti interviene sul diritto di salpingectomia
Radio Radicale
Gli interventi di Carla Corsetti a Radio Radicale

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
(Testo completo) obbligatorio
generic image refresh

cookie