25 Maggio 2022
Articoli
percorso: Home > Articoli > Redazione DA

Manifestazione per il Venezuela, ma contro il golpe e la complicità dell’Italia

13-02-2019 18:11 - Redazione DA
Oggi pomeriggio piazzetta Vidoni nei pressi del Senato si è via via riempita di persone, attivisti e militanti, scesi in piazza contro il golpe in Venezuela mentre al Senato e alla Camera si discuteva la comunicazione del Ministro degli Esteri Moavero.

Il sit in avrebbe dovuto tenersi originariamente a Montecitorio, ma la Questura lo ha vietato perchè la piazza era occupata dalla Coldiretti. A Montecitorio però aveva manifestato la destra contro Maduro su iniziativa dell.on Carfagna di Forza Italia. E che ci fosse tensione nell’aria lo si è capito anche in piazzetta Vidoni dove la manifestazione in solidarietà con il Venezuela Bolivariano era stata circondata e occultata anche agli occhi dei passanti da una presenza asfissiante delle forze dell’ordine, tant’è che a un certo punto i manifestanti hanno forzato la transenna e si sono spintonati con gli agenti di polizia. Dopo qualche minuto di parapiglia, la polizia si è allargata permettendo che manifestanti e striscioni fossero visibili.

“Siamo qui per la democrazia. Siamo qui per il rispetto della democrazia partecipativa e per l’unico presidente legittimo del Venezuela che si chiama Nicolas Maduro”, ha detto al microfono Luciano Vasapollo ha aperto la manifestazione di solidarietà davanti al Senato oggi a Roma. Solidarietà al governo venezuelano vittima dell’ennesimo colpo di stato da parte degli Stati Uniti e dell’ennesimo bombardamento mediatico da parte di quei media che non sono mai sazi del sangue che hanno fatto versare in questi anni ai popoli di Jugoslavia, Afghanistan, Iraq, Libia, Siria, Ucraina. Su questo ha insistito Giorgio Cremaschi il quale ha sostenuto che: “Siamo qui anche per la democrazia in Italia, non solo quello del Venezuela. Il bombardamento mediatico di fake news di un’unica parte, quella golpista che ha fatto decine di morti nel terrorismo delle strade, è una prova di regime: qui in Italia. E’ una attacco alle libertà minime in Italia”, ha sottolineato Cremaschi nel suo intervento.



Al microfono si sono alternati compagne e compagni di tutte le organizzazioni e associazioni presenti, da Italia-Cuba alla Rete No War all’Usb, da Potere al Popolo al Prc, da Patria Socialista al Pci. E’ emersa la volontà comune di mantenere e sviluppare la mobilitazione al fianco del Venezuela inclusa l’ipotesi di una manifestazione nazionale. Su questo lunedi sera a Roma ci sarà una prima riunione per cominciare a discuterne.


Fonte: http://contropiano.org/
visibility
Nickname




Il tuo 5x1000 a Laicitalia
[]
Democrazia Atea invita tutti i militanti, iscritti e simpatizzanti a sostenere questa associazione che lotta per la tutela dei diritti umani e costituzionali.

14 maggio 2021 - Presidio davanti la regione Lazio
Venezia 9 maggio 2021 - intervento di Ciro Verrati
Carla Corsetti interviene sul diritto di salpingectomia
Riconquistiamo il diritto alla salute
[]
Promuovono: Democrazia Atea, Fronte Popolare, La Città Futura, Partito Comunista dei Lavoratori, Partito Comunista Italiano, Partito della Rifondazione Comunista, Partito Marxista-Leninista Italiano, Potere al Popolo, Sinistra Anticapitalista.
La stampa polacca parla di Democrazia Atea
[]
La stampa polacca intervista Carla Corsetti.


Radio Radicale
Gli interventi di Carla Corsetti a Radio Radicale
Documenti
03-03-2019 - 15,89 KB - Sbattezzo
[icona per stampare]] [facebook] [Twitter]
03-03-2019 - 88,69 KB - Onu
[icona per stampare]] [facebook] [Twitter]
04-06-2019 - 1,38 MB - Programma
[icona per stampare]] [facebook] [Twitter]
12-07-2020 - 214,70 KB - Sanità
[icona per stampare]] [facebook] [Twitter]
Campagna informativa
[]
Left
[]
Gli articoli di Carla Corsetti pubblicati su Left

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
 (testo completo) obbligatorio

cookie