29 Giugno 2022
Articoli
percorso: Home > Articoli > Redazione DA

Condannati a scomparire

24-04-2019 09:06 - Redazione DA
Il cattocomunismo che serpeggia dentro Sinistra Italiana, ora co-protagonista insieme a Rifondazione Comunista nel cartello elettorale denominato Sinistra Europea, trova il suo megafono in Luciana Castellina, candidata in Grecia, che dopo tante battaglie femministe, approda alla celebrazione di Bergoglio, un monarca maschilista, a capo di una monarchia capitalista, fatta di soli maschi, e sorge spontanea la riflessione che sia stata una comunista per caso.
Darwin sosteneva che i processi evolutivi non si svolgono necessariamente con un progressismo lineare, i processi evolutivi talvolta non sono migliorativi, e nemmeno sterili, ma dannosi.
Nel leggere la biografia della Castellina si ha la percezione della conferma delle teorie darwiniane, il suo appare un percorso adattativo, apparentemente modificativo, ma in realtà, meno prosaicamente, è il frutto di un continuo assestamento contestuale.
La Castellina finge di non sapere cosa sia il conflitto, cosa sia la lotta di classe, come la storia si muova nella contrapposizione degli interessi, e l’assestamento contestuale di Darwin si materializza, con lei, in mera necessità elettoralistica.
In altri termini, tutto l’elogio al monarca non è altro che un banale spot elettoralistico di matrice democristiana, proteso al superamento della soglia di sbarramento del 4%, articolato in modo tale da catturare il voto dei cattolici.
Se avesse avuto una adesione privata al cattolicesimo, l'interesse sarebbe stato pari a zero, ma la valenza politica delle sue adesioni religiose, non consente riservatezza.
Già la Castellina si era spesa a Bologna per pubblicizzare il libro di Bergoglio ‘Terra, casa, lavoro’ che sostituisce le filosofie politiche socialiste con la dottrina sociale cattolica, come se le teologie potessero essere equiparate alle filosofie.
Qualche mese prima ne aveva declamato asserite capacità rivoluzionarie, ma a ben vedere nella Chiesa cattolica l’unico moto di rivoluzione che si intravede è quello in orbita perpetua attorno al potere e al denaro, passando per la misoginia e la pedofilia, e la Castellina ovviamente su queste faccende sorvola.
Per tornare a Darwin: “Tutti gli organismi viventi sono in equilibrio col loro ambiente, siccome l'ambiente cambia, debbono cambiare anch'essi, altrimenti sono condannati a scomparire.”
Ecco, appunto, magnificando Bergoglio, la Castellina e Sinistra Italiana si dimenticano del socialismo e dell’emancipazione, e si adattano alle spinte conservatrici.
Cambiano perché altrimenti sarebbero condannati a scomparire.
Carla Corsetti
Segretario nazionale di Democrazia Atea
Componente del coordinamento nazionale di Potere al Popolo

visibility
Nickname




Il tuo 5x1000 a Laicitalia
[]
Democrazia Atea invita tutti i militanti, iscritti e simpatizzanti a sostenere questa associazione che lotta per la tutela dei diritti umani e costituzionali.

14 maggio 2021 - Presidio davanti la regione Lazio
Venezia 9 maggio 2021 - intervento di Ciro Verrati
Carla Corsetti interviene sul diritto di salpingectomia
Riconquistiamo il diritto alla salute
[]
Promuovono: Democrazia Atea, Fronte Popolare, La Città Futura, Partito Comunista dei Lavoratori, Partito Comunista Italiano, Partito della Rifondazione Comunista, Partito Marxista-Leninista Italiano, Potere al Popolo, Sinistra Anticapitalista.
La stampa polacca parla di Democrazia Atea
[]
La stampa polacca intervista Carla Corsetti.


Radio Radicale
Gli interventi di Carla Corsetti a Radio Radicale
Campagna informativa
[]
Left
[]
Gli articoli di Carla Corsetti pubblicati su Left

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
 (testo completo) obbligatorio

cookie