Campagna Tesseramento 2017
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

SDEGNO 26/01/2016

In Iran nel 1970 le ragazze indossavano minigonne, sceglievano i loro fidanzati, andavano all’università ed erano orgogliose di essere eredi di una civiltà millenaria.

Il petrolio, gli Stati Uniti, il Regno Unito e qualche altro accidente politico economico hanno fatto svanire in pochi anni quella modernità sotto un cumulo di macerie islamiche.

Ora l’Iran è uno stato teocratico, la correttezza politica dei suoi governanti si misura in base alla aderenza al corano.

La barbarie teocratica non si ferma qui.

In Iran non si sa cosa siano i diritti umani e il crimine contro l’umanità per eccellenza in quella nazione è proprio la religione di stato.

Tutti devono essere islamici e gli atei vengono condannati a morte.

In uno stato barbaro del resto non può mancare la pena di morte, e siccome l’islam, come tutte le religioni monoteiste, veicola, per moltissimi aspetti la frustrazione sessuale maschile, la maggior parte dei reati per i quali è prevista la pena di morte, è legata alla sessualità.

Ora il Presidente dell’IRAN è in visita in Italia e Renzi, proteso a fare affari, non si sarà preoccupato di altro che dare istruzioni al suo staff affinché non facciano con i tappeti persiani la stessa bagarre che fecero con i rolex dei sauditi.

La vergogna consumata in queste ore tuttavia è assai più grave dell’ingordigia.

I governanti renziani si sono già piegati alle patologie della repressione sessuale iraniana e per l’occasione della visita del presidente Rouhani, hanno fatto coprire le statue dei Musei Capitolini perché le nudità offendevano la vista dell’ospite miliardario.

Noi di Democrazia Atea esprimiamo tutto il nostro sdegno contro i nostri governanti che si sono subordinati alle arretratezze islamiche fino al punto di negare l’orgoglio dell’arte latina, greca e italiana.

A noi di Democrazia Atea i soldi islamici non interessano perché il tasso di interesse praticato dalla loro finanza si paga con la negazione dei diritti più elementari.

E della sottomissione alle patologie islamiche ne avremmo fatto volentieri a meno.

ritorna alle news
Altre News
LAICITA' QUESTA SCONOSCIUTA
La sottomissione clericale di Di Maio
Leggi tutto
PETIZIONE PER IVG AMBULATORIALE
IVG farmacologica
Leggi tutto