Campagna Tesseramento 2017
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

NESSUN AUGURIO PRESIDENTE 30/09/2010

 

Chissà cosa avrà pensato suo padre quando lei è nato.

Come tutti i padri sarà stato orgoglioso e avrà immaginato per lei il miglior futuro possibile.

E poi come tutti i padri avrà anche pensato di costruirlo questo futuro.

Non certo come i comuni mortali che con i propri miseri risparmi si recano in banca per essere consigliati.

Suo padre era già procuratore di una banca, la Banca Rasini e sapeva meglio di altri come creare il futuro del proprio figlio Silvio.

La Banca Rasini può raccontare la storia della sua famiglia più di quanto possa fare un biografo.

Le cronache ci raccontano che nella Banca Rasini, attraverso suo padre, Michele Sindona, il banchiere di Dio, riciclava i soldi della mafia.

Le cronache ci raccontano anche che in quella banca furono scoperti i conti di Bernardo Provenzano e Totò Riina.

Fu la Banca Rasini a finanziare la sua Edilnord con la quale cominciarono le sue avventure edilizie, e sempre nella Banca Rasini furono costituite una ventina di società di estetisti e parrucchieri, utilizzate successivamente come scatole cinesi della sua holding.

Signor Presidente in genere i padri trasmettono ai figli i propri valori.

Anche a lei suo padre ha trasmesso i suoi valori, un po’ diversi dai nostri.

Un padre che non ha scrupoli, insegnerà al proprio figlio a non averne; un padre che si muove nel disprezzo della legalità, insegnerà a suo figlio a fare altrettanto.

Quando suo padre accumulava ricchezze consentendo che nella Banca di cui era amministratore potessero entrare i soldi della mafia sporchi di sangue, sono certa che nella vostra famiglia avrete senz’altro espresso sentimenti di incondizionata ammirazione.

E’ facile convincersi che non c’è niente di male, che i soldi non hanno odore, la ricchezza in fondo aiuta a dimenticare.

E poi c’è quella inestirpabile convinzione che tutti gli uomini hanno un prezzo e se esprimeranno una opinione negativa o dissenziente, basterà conoscere il loro prezzo e comprarli.

Suo padre evidentemente le ha insegnato che accumulare ricchezza è quanto di più importante può fare un uomo.

E’ stato così che suo padre l’ha condannata ad una prospettiva senza alternative.

Freud ci ha spiegato come i figli siano spinti a dover superare i loro padri e dobbiamo ammettere che Lei c’è riuscito perché non si è limitato a comprare le persone che ha incontrato, ma ha voluto comprare anche le istituzioni, in una partita truccata nella quale ha fatto da giocatore e da croupier.

Anche oggi lei si è fatto beffa della nostra debole democrazia perché ha insultato di nuovo le nostre regole costituzionali.

Oggi lei guadagna un risultato che non è netto né decisivo, ma va interpretato all’occorrenza, giusto quanto voleva ottenere.

Le consentirà ancora di sentirsi forte stringendo tra le mani il guinzaglio dei suoi cagnolini.

Lei Presidente non può comprendere il senso della nostra indignazione perché suo padre non glielo ha insegnato e solo lui aveva il potere di farlo.

Ormai è tardi per capire.

 

 

Carla Corsetti

ritorna alle news
Altre News
LAICITA' QUESTA SCONOSCIUTA
La sottomissione clericale di Di Maio
Leggi tutto
PETIZIONE PER IVG AMBULATORIALE
IVG farmacologica
Leggi tutto