Campagna Tesseramento 2017
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

KERRY KENNEDY LA LOTTA DELLE DONNE IGNORANDO MORELLI 31/10/2013

Si è tenuta a Lecce la mostra di Marcello Reboani dal titolo “Ladies for Human Rights”, ritratti di note donne, opera dedicata al tema delle donne e dei diritti umani, con la risonanza dovuta alla presenza di Kerry Kennedy, figlia di Robert e nipote del presidente USA, John Fitgzerald.

Nel successivo incontro mattutino, nell'Hotel Risorgimento, primeggiante il ritratto di Malala Yousafzai, si è dibattuto sulla problematica dell' effettivo riscatto emancipatorio delle donne, ormai più protagoniste in tutto il mondo, rispetto al 1948, data di approvazione della Dichiarazione universale.

 Lady Kennedy ha sollecitato l' armonica affermazione del ruolo delle donne con temi e esempi, meritevoli e concreti, ma un po' datati e di tipo tradizionale, ricondotti anche all'alveo confessionale, rispetto alle elaborazioni ed attestazioni delle nuove rappresentanze femminili, impegnate a sostenere non solo le battaglie di sempre per l' uguaglianza, ma anche ad affermare il "pensiero della differenza", proprio delle donne.

 E' rimasta senza risposta un mio quesito posto su come superare l'ostacolo al "Risorgimento delle donne", rappresentato dalle ideologia e pratiche di alcune religioni: non per niente per la traduttrice non esisterebbe in Usa un termine equivalente al principio di laicità.

Non dimentico che fu proprio un "patriota salentino", Salvatore Morelli ad auspicare, dal 1861 al 1880, da consigliere comunale a Napoli e parlamentare, il "Risorgimento delle donne" e il "pensiero della differenza", con la prima presentazione in Europa di leggi per il voto alle donne, diritti civili e giuridici ed un nuovo diritto di famiglia, ancora oggi non attuato.

Più che dimenticato, Morelli resta oscurato, su di lui si perpetua indecentemente la congiura del silenzio, specialmente ad opera dell' accademia salentina che nelle varie iniziative sul 150.mo anniversario dell'Unità d'Italia si è guardata bene dal citare quell'anticlericale Morelli che si batté per la scuola pubblica, laica ed obbligatoria, per la sostituzione del catechismo con le materie scientifiche e contro la legge delle Guarentigie.

 

Giacomo Grippa

ritorna alle news
Altre News
DA COMMISTIONE A SIMBIOSI
Principio di laicità disatteso
Leggi tutto
DESIO - 18 NOVEMBRE 2017
Incontro con tesserati e simpatizzanti
Leggi tutto
TORINO 11 NOVEMBRE 2017
Incontro con tesserati e simpatizzanti
Leggi tutto