Campagna Tesseramento 2017
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

CHIESA CATTOLICA TRA OMOFOBIA E PEDOFILIA 31/12/2014

E' di questi giorni la notizia che la Curia di Milano  ha inviato una lettera segreta a seimila insegnanti di Religione Cattolica della medesima Diocesi, invitati a trasformarsi in spie  perché segnalassero e denunciassero quelle Scuole in cui si tengono iniziative e incontri volti a parlare di omosessualità e di identità di genere.

Tra i contenuti gravissimi di questa lettera, si tende a far passare come forme di "indottrinamento" il contrasto, la lotta  e una conseguente educazione anti-omofobica.

Nonostante che da anni la Comunità Scientifica dichiari che non si sceglie il proprio orientamento sessuale, nella lettera tale orientamento viene presentato come fosse una scelta .

Ancora una volta è chiara l'ingerenza della Chiesa Cattolica , non solo in questi temi, ma nella stessa libertà d'insegnamento, come se gli insegnanti di Religione Cattolica non fossero, purtroppo,  dipendenti dello Stato, pagati dallo Stato.

Democrazia Atea vuole ancora una volta denunciare una campagna di delegittimazione della Scuola Pubblica che si ritorce alla fine contro  la vita degli adolescenti gay e lesbiche che frequentano le Scuole Pubbliche Italiane  e che sono a tutt'oggi oggetto di pesanti discriminazioni, insulti, esclusione sociale, a volte, con gravissime conseguenze, come ci è capitato di leggere negli ultimi tempi.

In un'Italia che dovrebbe essere laica, in una Scuola che dovrebbe educare alle differenze per il rispetto reciproco di tutte le persone, per il semplice fatto, contrariamente a quanto affermato esplicitamente in quella lettera, non c'è una differenza che vale di più e unna differenza che vale di meno. 

 

Democrazia Atea vuole denunciare per l'ennesima volta la deprecabile ingerenza delle Autorità Ecclesiastiche che, come al solito, sottintendono  un pensiero ipocrita che impedisce ai giovani di appropriarsi di certe tematiche in maniera corretta che solo una Scuola aperta, laica e coraggiosa può fornire loro, contribuendo a sconfiggere quegli atteggiamenti e comportamenti che anche questa lettera della Curia Milanese contribuisce criminalmente a diffondere.

 

Carlo Chionne

Segretario Provinciale di Livorno di Democrazia Atea

 

ritorna alle news
Altre News
DA COMMISTIONE A SIMBIOSI
Principio di laicità disatteso
Leggi tutto
DESIO - 18 NOVEMBRE 2017
Incontro con tesserati e simpatizzanti
Leggi tutto
TORINO 11 NOVEMBRE 2017
Incontro con tesserati e simpatizzanti
Leggi tutto